Bitcoin: arriva bocciatura Europa, “volatile e a rischio furti”

13 Dicembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Doccia fredda in arrivo sul Bitcoin in Europa, dall’autorità di regolamentazione del settore bancario.

Oggi l’Eba pubblicherà un documento in cui mette in guardia dai rischi di “violente fluttuazioni delle valute elettroniche”, così come dal pericolo che “i portafogli digitali” in cui si registra la proprietà questi titoli possano esser preda di hacker e pirati informatici. Ad anticipare il documento è il Financial Times, secondo cui le autorità europee si stanno interrogando sulla necessità di aggiornare le regole sul settore.

Poco evidenti stamattina le reazioni sul mercati digitali della pseudo valuta: sulla piattaforma giapponese Mt Gox il Bitcoin si attesta a 962,87 dollari, non distante dai valori di ieri, posto che continua a mostrare quella spiccata tendenza alle oscillazioni (solo stamattina ha spaziato da 990 a 839 dollari) che adesso preoccupa anche la European Banking Authority.

E il monito dell’Eba segue quello lanciato nei giorni scorsi dalla Banca centrale della Cina, che è stata anche più drastica nel mettere in guardia il pubblico dal Bitcoin, affermando chiaro e tondo che “non si tratta di una moneta” e che deve essere consentito di usarla come tale, ma relegata nella categoria di semplice prodotto finanziario digitale.

Meno ostili erano invece apparse in precedenza le posizioni dalle autorità Usa, in particolare della Federal Reserve che avevano parlato di una possibile utilità di queste pseudo valute.

E proprio la linea di apertura degli Usa aveva innescato una impennata delle quotazioni del Bitcoin nelle scorse settimane, fino a fargli superare 1.200 dollari a fine novembre. (TMNEWS)