Banca Popolare di Vicenza

La Banca Popolare di Vicenza è una banca che ha sede, per l'appunto, a Vicenza. Fondata nel 1866, fu la prima banca della città berica e prima banca popolare di tutto il Veneto. Attualmente è controllata, come la Veneto Banca, dal Fondo Atlante che detiene il 99,33% dell’intero capitale sociale.

Storia

Istituto storicamente legato al territorio, la Pop di Vicenza, dà il via, a partire dagli anni '80 del secolo scorso, a una serie di importanti acquisizioni finalizzate alla crescita e allo sviluppo della Banca stessa.

Poco prima del 2000 è presente con varie filiali nel Nord Ovest e nel Nord Est del Paese, dando vita al Gruppo Banca Popolare di Vicenza e diventando azionista di riferimento di BNL.

L'attualità

Un'indagine della Guardia di Finanza del Settembre 2015 relativamente a fatti antecedenti il Dicembre 2014 porta alla luce una serie di violazioni, quali: aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza.

Inoltre con il passaggio dell'attività di vigilanza dalla Banca di Italia alla BCE comporta una massiva pulizia dei conti e perdite per diversi miliardi di euro.

Nel 2016 viene varato un nuovo piano industriale che, fra le altre cose, porta alla trasformazione della Banca Popolare di Vicenza in SpA con relativa quotazione in Borsa e aumento di capitale necessario. A quest'ultimo aderiscono solo 5mila degli oltre 120mila vecchi azionisti con una corrispondenza del solo 7,66% del capitale sociale, percentuale troppo inferiore rispetto il 25% richiesto dalla Borsa Italiana che così, il 2 Maggio 2016, ritira l'autorizzazione alla quotazione a Piazza Affari.

Accade quindi che la Pop di Vicenza venga praticamente interamente controllata dal Fondo Atlante che arriva a detenerne, come detto, il 99,33% del capitale societario con l'obiettivo di fonderla con la Veneto Banca.

La situazione dell’istituto di credito, notizie e proposte del Governo per risolvere la situazione e tutelare al meglio i risparmiatori, su Wall Street Italia novità e consigli utili.

Breaking news