Umanoidi e totem multimediali: come sarà filiale bancaria di domani

10 Maggio 2019, di Alessandra Caparello

Una filiale dove la parola d’ordine sarà Intelligenza artificiale con algoritmi, chatbot e strumenti di machine learning protagonisti: parliamo della filiale bancaria di domani che si evolve alla luce delle ultime novità all’insegna della fintech.

In Italia ad usare tali strumenti del futuro sono startup quali Moneyfarm, Satispay, Oval Money o Borsa del Credito, mentre nelle banche tradizionali il processo di trasformazione è appena iniziato.

Per capire come sarà la banca di domani un esempio arriva dal Giappone dove una grande banca ha avviato nella sede di Ntt Data di Tokyo la sperimentazione di sportelli votati all’automazione come riporta Il Sole 24 Ore.

Cosa significa? Una filiale aperta al pubblico in cui è un robot umanoide ad accogliere i clienti interagendo con loro attraverso comandi vocali. Un idea che in Italia potrebbe arrivare a declinarsi mediante totem multimediali pensati per elaborare richieste e informazioni, a beneficio della clientela ma anche dei dipendenti, rispetto a evolute logiche di interazione human-to-machine.

Non dovremo dunque stupirci se fra qualche anno potremo gestire conto bancario e portafoglio titoli direttamente da uno smart device impartendo comandi ad Alexa, Siri o Google Assistant.