sanità pagina 5

Troika in Grecia: con austerity boom suicidi e mortalità infantile

Scioccanti le conclusioni di uno studio della Banca centrale del paese. Balzo dei casi di depressione e di malattie, anche per tagli spaventosi alla sanità.

Sanità: 11 milioni di italiani rinunciano a cure per via di difficoltà economiche

Due milioni in piu’ rispetto al 2012. E’ la fotografia impietosa fatta dal Censis-Rbm Assicurazione Salute per il 2016.

Sanità, Censis: 11 milioni gli italiani che rinunciano alle cure

A pesare su questa scelta le lunghe liste d’attesa nel pubblico

In Italia aumenta la spesa per la sanità

Diminuisce il numero dei ricoveri nelle strutture ospedaliere, ma la spesa pubblica sanitaria ha proseguito la sua salita: secondo quanto comunicato dall’Istat nel suo rapporto annuale la spesa è passata dai 75 miliardi del 2001 ai 111 del 2014, con una crescita concentrata negli anni compresi fra il 2001 e il 2008. La spesa ospedaliera

Sanità a pezzi: a rischio erogazione servizi delle Asl

Le perdite delle Asl riducono le disponibilità di cassa necessarie a mantenere efficiente le strutture. Il rapporto Osservasalute evidenzia le difficoltà nel pagamento dei fornitori

Def, tagliare tasse? Altolà Corte dei Conti: “alzare prezzi, anche Sanità”

All’indomani dell’alert di Bankitalia, il presidente della corte Raffaele Squitieri affronta la questione del “sistema delle agevolazioni”. E conferma i rischi al ribasso che pesano sul Pil.

Sanità: medici di famiglia reperibili 16 ore al giorno, 7 giorni su 7

Rivoluzione nella sanità: i medici di famiglia dovranno essere disponibili sempre, sfoltendo così il carico dei pronto soccorso

Sanità pubblica a pezzi: nel 2015 rosso da un miliardo

Secondo l’economista della Bocconi, Francesco Longo servirebbero alla sanità italiana circa 10 miliardi di euro

I consigli di portafoglio di Fidelity International per il 2016

Dopo un 2015 che ha beneficiato di una congiuntura economica positiva in Europa con tassi di crescita in ripresa soprattutto nei settori dell’economia orientati ai consumi, secondo gli analisti di Fidelity International “nel 2016 dovrebbe proseguire questo trend favorevole, sostenuto anche dal calo delle quotazioni petrolifere e dalla debolezza dell’euro“. Per queste ragioni, a livello di

Germania, liberisti: “Debito Italia? Il più sostenibile in Ue”

In uno studio della Stiftung Marktwirtschaft (SM), Fondazione per l’economia di mercato, Roma promossa a pieni voti: debito/Pil sotto 60%. La Germania è messa davvero peggio.