Sanità: dopo 20 anni arrivano i nuovi livelli di assistenza medica (Lea)

2 Agosto 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Via libera del ministero dell’economia e delle Finanze ai nuovi Lea (Livelli essenziali di assistenza), al piano vaccini e al nomenclatore delle protesi. Una cambio arrivato dopo quasi vent’anni.

Nelle prestazioni assistenziali che dovranno essere garantite su tutto il territorio troviamo la diagnosi precoce, cura e trattamento individualizzato dell’autismo. Sei le patologie che saranno esentate dal ticket e sono la broncopneumopatia ostruttiva, la sindrome da talidomide, il rene policistico e l’endometriosi, mentre la celiachia passa dall’elenco delle malattie rare a quelle croniche. Entusiasta il commento del ministro della salute, Beatrice Lorenzin:

“I Lea sono in Conferenza ma penso sia solo una questione di giorni e a settembre avremo i nuovi Livelli, il nuovo nomenclatore per le protesi audiovisive e il piano nazionale vaccini. Si tratta nell’insieme del fulcro del Patto per la salute, perché ci permette di dare nuove terapie, trattamenti e strumenti ai pazienti italiani in modo omogeneo sul territorio nazionale dopo, in alcuni casi, quasi vent’anni. È veramente un provvedimento importantissimo che apre una nuova stagione”.