tag Amato

Tutti gli articoli

Amato: “Prelievo ’92 grosso equivoco, non me ne pento”

Fu meglio di aumenti Iva e Irpef. In un’intervista l’ex premier attacca la classe politica, influenzata, secondo lui, troppo dai Social Network e dai commenti che si ricevono su Twitter.

Agenda Letta: 18 ministri e stop a finanziamento partiti

Lunedì la fiducia. Impazza il totoministri, ma è subito scontro con il Pdl. Per l’Economia si fanno i nomi di Pier Carlo Padoan (Ocse) e Fabrizio Saccomanni. Per altri dicasteri, scalpita Santanchè. Ma il premier vuole “volti nuovi”. E Monti? Pdl vuole restituzione Imu: fattibile? Letta favorevole a “rimodulazione”. Intervento sul cuneo fiscale. Sel, Lega e M5S all’opposizione.

Assist Draghi a brutta politica ‘made in Europa’: taglio tassi

E’ l’unico modo per salvare l’eurozona e l’Italia. Il presidente della Banca centrale europea proporra’ il taglio alla prossima riunione del board Bce giovedi’ 2 maggio. Proprio mentre Enrico Letta diventa premier, con la missione di proseguire la politica dell’austerity dettata dalla troika. Seguira’ una strategia meno lacrime & sangue e piu’ intelligente di quella del primo esecutore, Monti? Opinione di Leopold Bloom.

Governo: Enrico Letta premier, è lui l’incaricato

Il vice presidente del Pd, convinto europeista, accetta con riserva. Discorso di facciata anti austerity. Citate emergenza lavoro e riforme istituzionali. Nel 1999 fu il ministro piu’ giovane d’Italia. Salta l’ipotesi Giuliano “prelievo forzoso” Amato. Come vice si fa il nome di Alfano, segretario PdL. E parte il toto ministri. Esecutivo snello, saranno massimo 12.

Ecco come potremmo essere colpiti da una patrimoniale

La parte prevalente della ricchezza degli italiani è costituita da abitazioni, ma e’ gia’ ampiamente tassata con l’Imu. Le classi che si prestano a essere colpite sono quelle liquide (depositi bancari, di conto corrente, o postali). Cipro docet. L’opinione di Paolo Cardenà

Amato premier

Napolitano crede che il presidente del Consiglio perfetto per l’Italia sull’orlo del collasso sia l’uomo del prelievo forzoso che entro’ nei conti correnti degli italiani nel 1992. Dal Pd via libera al governo del Presidente. Piu’ che “Sottile”, “Dottor Sipario”.

Amato: “di austerity si muore, no patrimoniale”

Il candidato in pole position per la poltrona di presidente del Consiglio dice no alla misura che lui stesso applicò nel 1992 quando, per evitare il crack finanziario, impose un prelievo forzoso del 6 per mille su tutti i conti correnti bancari.