Super Tuesday 2020: i risultati finali

4 Marzo 2020, di Alberto Battaglia

La campagna per le primarie di Joe Biden, dopo il primo segnale di ripresa in Carolina del Sud, ha definitivamente ripreso quota all’indomani del Super Tuesday, uno dei più importanti appuntamenti per l’assegnazione dei delegati necessari a ottenere la guida del partito democratico in vista delle prossime elezioni presidenziali.
L’ex vice di Obama è riuscito ha battere tanto l’avversario “sinistra” , Bernie Sanders, quanto il quello “a destra”, rappresentato da Michael Bloomberg. Quest’ultimo non è riuscito ad andare oltre il terzo posto in nessuno dei 14 stati chiamati al voto il 3 marzo.

Il bilancio, ormai delineato anche se lo spoglio delle schede non è ancora definitivo, recita quanto segue. Joe Biden si è aggiudicato 10 stati su 14 (in bilico resta il Maine, ove Biden ha un margine sottile). Bernie Sanders, tuttavia, ha vinto con ampio scarto (31,3 contro 22,4%) la partita più importante: quella della California, che metteva in palio ben 415 delegati.

Il bottino che conta, quello, per l’appunto, dei delegati sorride di più a Biden, con 399 pedine conquistate contro le 322 acquisite da Sanders. A Bloomberg e a Elizabeth Warren vanno solo le briciole, rispettivamente 44 e 42 delegati.

Se questi dati venissero confermati (sono attese variazioni minime) Biden avrebbe superato Sanders nella corsa nazionale con 453 delegati contro 382. Per vincere la nomination nel occorrono 1991: la partita resta dunque aperta, ma con un dubbio in meno. Salvo colpi di scena clamorosi, infatti, le possibilità che Michael Bloomberg possa accreditarsi come principale rappresentante dell’ala moderata del partito si sono drasticamente ridotte rispetto a poche settimane fa (era netta la sua crescita nei sondaggi). Discorso analogo per la Warren, che difficilmente potrà superare il consenso ormai consolidato di Sanders fra l’elettorato radicale.

Joe Biden, nonostante le difficoltà iniziali, è riuscito a riportare in carreggiata la sua campagna, forte anche degli avalli ricevuti dagli ex avversari Pete Buttigieg (rivelazione delle prime tornate) ed Amy Klobuchar.

Andando nei dettagli, le vittorie più importanti per Biden in questo Super Tuesday sono state quella in Texas (33,6 contro 30% di Sanders), uno stato che vale ben 228 delegati; Carolina del Nord (42,8% contro 24,1%) e in Alabama (63,2% contro il 16,6% di Sanders).