Stati Generali, oggi l’incontro del governo con Vittorio Colao

15 Giugno 2020, di Massimiliano Volpe

Proseguono questa mattina, a Villa Pamphilj gli Stati Generali ovvero gli incontri del presidente del consiglio Conte con i rappresentanti delle istituzioni e delle organizzazioni sindacali in occasione del progetto “Progettiamo il Rilancio” per avviare un confronto sui progetti di rilancio del Paese dopo l’emergenza coronavirus, il cui impatto sull’economia sarà molto pesante perché secondo le indicazioni dell’Istat è prevista nel 2020 una flessione dell’economia italiana dell’8,3% e una modesta ripresa solo a partire dal 2021.

L’obiettivo degli incontri è quello di mettere a punto un piano di grandi investimenti per il rilancio dell’Italia che saranno finanziati con i fondi previsti dal recovery fund (173 miliardi di aiuti, di cui 82 sotto forma di sussidi) e nel caso anche di quelli previsti dal famigerato Mes (circa 36 miliardi di euro).

Alle ore 9 di lunedì 15 giugno è atteso l’incontro con Vittorio Colao, presidente del della task force di esperti in materia economica e sociale che presenterà il suo piano già annunciato nei giorni scorsi. Successivamente sono previsti gli incontri con le organizzazioni sindacali e i rappresentanti delle regioni e dei comuni.

Per domani sono invece attesi il confronto con Confindustria e le altre associazioni di categoria.

“È il momento non solo di continuare a seguire l’emergenza e le necessità più immediate, ma questo è il momento di avere e di lavorare a un progetto chiaro per uscire dalla crisi. Un progetto coraggioso, condiviso, e ne dobbiamo anche approfittare – di qui l’opportunità – tramutare la crisi in opportunità per rimuovere anche gli ostacoli che hanno frenato la crescita italiana durante l’ultimo ventennio”, ha chiarito nella prima giornata di incontri il premier Giuseppe Conte.

Il piano, su cui si lavorerà a Villa Pamphilj fino a domenica, si articola in tre linee strategiche (modernizzazione del Paese; transizione ecologica; inclusione sociale, territoriale e di genere) che verranno attuate attraverso alcuni grandi obiettivi, per conseguire i quali vengono attivate direttrici di intervento che si concretizzano in progetti specifici.

La prima giornata di lavori

Nel corso della prima giornata di lavori di sabato 13 giugno sono intervenuti in video conferenza i rappresentanti delle istituzioni internazionali tra cui la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, e il presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel.
Sempre sabato ci sono stati gli interventi del Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, del Segretario Generale dell’Ocse, Ángel Gurría, e della direttrice operativa del Fondo Monetario Internazionale, Kristalina Georgieva.

In particolare il governatore Visco ha ricordato i problemi che hanno frenato l’economia italiana negli ultimi 20 anni mentre gli altri leader internazionali hanno spronato il governo ad intraprendere le riforme necessarie per riportare l’economia sui binari della ripresa.