Renzi sfida Ue, vuole chiedere “fondi fuori dal patto stabilità”

20 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, chiederà oggi al Consiglio europeo di Bruxelles che i fondi strutturali vengano esclusi dai vincoli posti dal patto di stabilità. Lo ha spiegato Vasco Errani, presidente della conferenza delle Regioni, al termine dell’incontro con il premier a Palazzo Chigi.

“Sul patto di stabilità – ha detto – la nostra proposta è stata accolta: il governo porrà in sede europea il tema dei fondi Ue fuori dal patto di stabilità, così come aveva fatto il precedente esecutivo”.

Ieri il premier Renzi, in vista del vertice Ue dove presenterà il piano delle riforme, aveva parlato alle aule. E nel suo intervento in Senato il presidente del Consiglio aveva assicurato che il governo “è determinato a rispettare l’agenda che ci siamo dati in sede di dichiarazioni per la fiducia”, perchè “l’Italia ha voglia di arrivare al semestre avendo fatto le riforme”.

Su questo “si giocherà la credibilità delle istituzioni, a partire dal governo, affermando il principio che il rispetto delle regole del gioco in Europa non deriva da un’imposizione altrui ma da una scelta politica consapevole, e che saremo in grado di modificare le regole del gioco in Europa solo se avremo dimostrato che noi siamo in grado di modificare il nostro Paese e di essere credibili con i nostri cittadini”. (TMNEWS)