Ray Dalio rinnova l’alert: “Stare alla larga da cash e bond”

5 Gennaio 2022, di Mariangela Tessa

Evitare cash e bond. Mentre sull’economia mondiale si allunga l’ombra della nuova ondata di COVID 19, Ray Dalio, fondatore di Bridgewater Associates ha rinnovato il suo avvertimento sulla detenzione di contanti e titoli obbligazionari in dollari, euro e yen alla luce dell’aumento dell’inflazione, che rischia di  erodere il potere d’acquisto. Meglio – dice il miliardario americano – concentrarsi su azioni e attività di copertura dell’inflazione in paesi finanziariamente sani.

“Si dovrebbe ridurre al minimo la proprietà di contanti e obbligazioni in dollari, euro e yen e investire in un portafoglio di attività altamente diversificato, comprese azioni e attività di copertura dell’inflazione, specialmente nei paesi con finanze sane” ha detto in un recente episodio del podcast “We Study Billionairs”, aggiungendo: “Non vedo alcun periodo prolungato in cui il governo consentirà probabilmente che i rendimenti in contanti siano migliori dei rendimenti di un portafoglio ben diversificato e non in contanti.”

Un concetto già esplicitato qualche giorno fa, durante un’intervista, in cui aveva spiegato: “Il denaro, che la maggior parte degli investitori pensa sia l’investimento più sicuro, è, penso, il peggior investimento, e questo è importante perché perde potere d’acquisto”. 

Il suggerimento di Dalio è quello di “pensare a due portafogli piuttosto che a uno”.

“Le persone tendono a concentrarsi sul portafoglio da avere nella migliore delle situazioni, ma c’è un portafoglio di attività che è meglio avere nello scenario peggiore” ha spiegato, facendo rifermento a oro, bitcoin, obbligazioni indicizzate all’inflazione e attività all’estero.

A proposito del Bitcoin, Delio ha recentemente spiegato di vederlo “come una piccola parte del  portafoglio diversificato di attività”. Anche se, allo stesso tempo, non ha nascosto i rischi: “il Bitcoin ha una serie di problemi che l’oro non ha, in particolare nel caso in cui dovesse diventare una minaccia per i governi, come in Cina”.

Ray Dalio: i concetti chiave

Per Dalio è stata inoltre l’occasione di ribadire che altri concetti chiave:

  • “I tre principali imperi della valuta di riserva – gli Stati Uniti, l’Europa e, in misura minore, il Giappone – sono in pessime condizioni finanziarie”.
  • “La quantità di attività finanziarie rispetto alle attività reali è pericolosamente alta, il che potrebbe portare a una “corsa agli sportelli” dalle attività finanziarie alle attività reali”.
  • “Man mano che il potere dominante si indebolisce e altri poteri diventano abbastanza forti da sfidarlo, ci sono conflitti interni ed esterni più grandi che portano a cambiamenti rivoluzionari in chi ha cosa ricchezza e potere. Questo pone fine al vecchio ordine e porta al prossimo nuovo ordine. Ora sta accadendo”.