Prodi vota Renzi: “Pd è per l’unità del centrosinistra”

31 Gennaio 2018, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Romano Prodi lancia l’assist a Matteo Renzi. L’ex premier fondatore de L’Ulivo nel corso di un’intervista ad Affaritaliani afferma che alle prossime elezioni del 4 marzo voterà per chi è per l’unità del centrosinistra.

“Sapete benissimo che ho sempre lavorato per la unità del Centrosinistra. E quindi io solo questo posso ripetere (…)  Liberi e Uguali non è per l’unità del Centrosinistra. Punto. Renzi, il gruppo che gli sta attorno, il Pd e chi ha fatto gli accordi con il Pd sono per l’unità del Centrosinistra. Grasso, D’Alema e Bersani? In questo momento non sono per l’unità del Centrosinistra. Punto”.

Immediate le reazioni del partito alle parole di Prodi, come quelle di Lorenzo Guerini, già vicesegretario del Pd:

“Il Partito democratico è impegnato a costruire una coalizione forte e credibile in grado di rispondere all’avanzata delle destre e delle forze estremiste e per questo accogliamo con piacere le parole di Romano Prodi, che riconoscono la validità del lavoro fatto in direzione di un’azione unitaria. Per noi l’avversario è alla nostra destra e l’obiettivo è dare seguito ai risultati raggiunti dai governi del Pd. Speriamo le sue parole siano di stimolo per tutti”.

Anche uno dei diretti interessati dalle parole di Renzi dice la sua. E Pietro Grasso, ex presidente del Senato e leader di LeU che affida all’Ansa il suo sfogo:

“È sotto gli occhi di tutti che il centrosinistra non si è potuto ricomporre per volontà di Renzi. La composizione delle liste e le otto fiducie sulle legge elettorale sono segnali inconfutabili della volontà del Pd e di Renzi di fare altro. Prodi ritiene la finta coalizione che ha messo in piedi Renzi, che lo costringerà a votare Casini a Bologna anziché Errani, un centrosinistra unito? Noi in quel tipo di coalizione non ci possiamo stare”.