Piazza Affari ripiega ma ha recuperato metà delle perdite del 2018

28 Gennaio 2019, di Daniele Chicca

L’indice principale di Piazza Affari scambia in ribasso interrompendo il bel rally che ha messo a segno da inizio anno. La Borsa italiana ha archiviato venerdì la quarta settimana positiva consecutiva che lima al rialzo il bilancio da inizio anno (+8,11%).

In sostanza, nelle prime 18 sedute dell’anno l’indice è riuscito a recuperare circa metà del terreno perso nel 2018 (chiuso in ribasso del 16,15%) nonostante lo scenario negli ultimi 25 giorni non è sostanzialmente mutato.

Dal punto di vista prettamente tecnico, l’analista di SOS Trader Pietro Di Lorenzo sottolinea che il listino Ftse Mib disegna una white closing marubozu su livelli che non vedeva dal 17 ottobre.

Per quanto riguarda gli agenti esterni, “importanti indicazioni sulla tenuta dei mercati si potrebbero avere nel corso della prossima settimana”. Tra gli appuntamenti clou figura quello di mercoledì con il secondo e decisivo giorno della riunione di due giornate della Federal Reserve.

La banca centrale, si legge nel report settimanale del graficista intitolato “Buy & Sell“, dovrebbe dare indicazioni sulla politica monetaria Usa nel 2019. I fari dei mercati sono puntati anche sulla stagione delle trimestrali che entra nel vivo.

Lunedì attendiamo in numeri Caterpillar e Whirlpool. Martedì: Apple, Canon, Ebay, Harley-Davidson e Pfizer. Mercoledì: Alibaba, At&T, Facebook, Invesco, Mcdonald’s, Microsoft, Nasdaq, Nintendo, Paypal Holdings, Tinexta e Visa. Giovedì: Amazon.Com, General Electric, Manpowergroup, Mastercard e Nokia Corporation. Venerdì: Chevron, Exxon Mobil, Honda Motor, Honeywell International, Merck e Sony.

“
Operativamente stiamo provando a cavalcare il rimbalzo con i 2 titoli detenuti in portafoglio, che dopo aver toccato importanti minimi nel corso della settimana, mostrano timidi segnali di reazione”.

Piazza Affari, il grafico del listino Ftse Mib a cura di Sos Trader

I titoli di Piazza Affari più interessanti della seduta

Fra i titoli interessanti per la prossima seduta, gli analisti tecnici segnalano:

  • AZIMUT conferma i segnali di inversione disegnando una white spinning top che testa la trendline ribassista. Il superamento di questo livello, fornirà un interessante segnale di inversione.
  • BREMBO testa per la quarta volta nelle ultime settimana la resistenza in area 10,35€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale di inversione.
  • STM prosegue il rally apprezzandosi dell’11,78% nelle ultime 5 e del e del 17,54% da Gennaio. I principali indicatori di breve in ipercomprato, inducono ad attendere un rapido pull back al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio.
  • Torna al centro dell’interesse del mercato TENARIS che disegna una white marubozu con i volumi più elevati dell’anno. Una chiusura confermata sopra 11€, potrebbe aprire una nuova fase rialzista.
  • BP SONDRIO riconosce il supporto in area 2,5€. Possibile un tentativo di rimbalzo da questo livello.