Perché stipulare un’assicurazione sulla vita da giovane

21 Ottobre 2019, di Alessandra Caparello

Venti o trent’anni, quindi giovane, nel pieno delle forze e in ottima salute, perché mai pensare a stipulare ora un’assicurazione sulla vita? Questo quello che pensano oggi in molti ma rimandare il momento di comprare una polizza può costare molto caro.

In generale, l’assicurazione sulla vita  – dice l’emittente Cnbc – ha senso ogni volta che ci sono esigenze finanziarie che potrebbero non essere coperte in caso di morte.
Basti pensare a chi decide di avviare una piccola impresa e chiede e ottiene un prestito. In tal caso un piano di assicurazione sulla vita ben strutturato può fornire all’impresa avviata da giovane le risorse idonee per recuperare le perdite finanziarie in caso di morte prematura.

In un altro nostro articolo avevamo spiegato un ulteriore motivo perché l’assicurazione sulla vita è la scelta giusta da fare per la maggior parte dei contribuenti ma soprattutto per chi ha 30 e 40 anni. La ragione è nella convenienza: i tassi di interesse che si applicano sulle assicurazioni sulla vita si basano sul calcolo della mortalità, quindi sono più bassi quando si è più giovani. Così, stipulare tale polizza a 30 e 40 anni può fare la differenza, visto che in media, i tassi aumentano ogni anno con l’età.
Secondo il sito Policygenius, i premi assicurativi aumentano in media dall’8% al 10% per ogni anno in cui si rinvia l’acquisto della copertura. L’assicurazione sulla vita quindi diventa più costosa quanto più a lungo la si rinvia.

Come trovare la polizza vita giusta?

Una regola oggettiva non c’è ma la maggior parte dei consulenti finanziari suggerisce ai giovani di iniziare con una polizza a termine per ottenere la massima copertura con la minor quantità di denaro.

L‘assicurazione a termine sulla vita offre una copertura per un determinato periodo di tempo, ad esempio 20 anni o 30 anni.
Una volta scaduto il termine, la polizza termina, a meno che non venga rinnovata per un altro periodo o convertita in una polizza a vita intera o permanente, che può essere molto più costosa.
Il costo dell’assicurazione sulla vita? Ovviamente dipende da quanto e da quale tipo di polizza si ottiene. Spesso è meno costoso di quanto la gente pensi. Secondo Policygenius difatti, un uomo sano di 30 anni può aspettarsi di pagare poco meno di 18 dollari al mese per una polizza di assicurazione sulla vita a 20 anni con un capitale di 250.000 dollari.

Una buona regola è quella di puntare ad una polizza che è pari a 5-10 volte il vostro reddito. Anche in tal caso il supporto del proprio consulente di fiducia può fare la differenza e aiutare ad avere un quadro più accurato della quantità di protezione di cui si ha bisogno.