Nordcorea: giustiziato lo zio traditore di Kim Jong-Un

13 Dicembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

PYONGYANG (WSI) – La ha annunciato oggi l’esecuzione dello zio del leader Kim Jong-Un, bollato come “traditore”. Jang Song-Thaek, 67 anni, era considerato il numero due del regime e mentore del nipote, succeduto al padre Kim Jong-Il alla guida del paese a fine 2011.

Arrestato la scorsa settimana, nel pieno di una riunione politica, Jang è stato giustiziato ieri subito dopo la condanna emessa da un tribunale militare speciale, stando a quanto riferito oggi dall’agenzia di stampa KCNA.

“L’imputato è un traditore della nazione che ha commesso azioni faziose contro il partito e controrivoluzionarie, allo scopo di rovesciare la direzione del nostro partito, dello stato e del sistema socialista”, ha riportato l’agenzia.

Durante il suo processo, Jang ha ammesso di aver cercato di fomentare un colpo di stato, mobilitando i suoi complici dell’esercito, ha aggiunto l’agenzia, che ha anche pubblicato una fotografia dell’accusato, curvo e ammanettato, tra due guardie.

(TMNews)