Wall Street in rialzo, Dow Jones al nuovo record. Tesla riprende la corsa, Facebook giù dopo delusione fatturato

26 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street in rialzo, con il Dow Jones che testa un nuovo record. Passate le 16 ora italiana, il Dow Jones avanza dello 0,19% a 35.821; lo S&P sale dello 0,49% a 4.588 punti, mentre il Nasdaq fa +0,70% a 15.333 punti.

Protagonista tra i titoli Facebook, che ritraccia del 2% dopo che il social network gestito da Mark Zuckerberg ha reso noto di aver concluso il terzo trimestre dell’anno con utili migliori delle attese. Facebook ha tuttavia deluso l’outlook sul fatturato e sul numero di utenti attivi mensili.

Fa dietrofront Bakkt, che ha annunciato di aver siglato una partnership con il colosso delle carte di credito Mastercard. Il titolo scende di oltre il 9% dopo essere balzato ieri di oltre il 234%, a seguito della notizia dell’accordo con Mastercard.

Frutto di uno spin off dell’Intercontinental Exchange, Bakkt è una piattaforma di asset digitali, approdata a Wall Street la scorsa settimana, via SPAC. L’accordo tra le due società è finalizzato a permettere alle banche e ai commercianti attivi sul circuito di Mastercard di integrare l’offerta di servizi legati al mondo cripto nei loro prodotti.

Da segnalare che ieri il Dow Jones Industrial Average e lo S&P 500 hanno chiuso ancora ai massimi di sempre, con lo S&P 500 (in rialzo dello 0,5%) che ha ricevuto un assist dal rally +12% di Tesla. Le quotazioni avanzano anche oggi, in crescita di oltre il 4%. Nella sessione di ieri, il colosso produttore di auto elettriche fondato e gestito da Elon Musk ha toccato la soglia di capitalizzazione di mercato di $1 trilione per la prima volta nella sua storia.

Dopo la fine della sessione odierna riporteranno i risultati di bilancio Alphabet e Microsoft, così come anche Twitter, Advanced Micro Devices e Robinhood. Per Alphabet, gli analisti prevedono un balzo degli utili (relativi al terzo trimestre) pari a +43% su base annua.

Dal fronte macroeconomico, sono stati resi noti gli indici S&P CoreLogic Case-Shiller relativi ai prezzi delle case negli Stati Uniti.

Dai numeri è emerso che, nel mese di agosto, il tasso di crescita su base annua dei prezzi è stato pari a +19,8%, come nel mese di luglio: è la prima volta dall’inizio del 2020 che la crescita dei prezzi non ha accelerato il passo su base annua.

L’indice riferito ai prezzi delle 10 principali aree metropolitane degli States è avanzato nello specifico del 18,6%, contro il +19,2% di luglio, mentre quello che si riferisce alle 20 principali aree metropolitane ha messo a segno un progresso del 19,7%, contro il +20% del mese precedente. I prezzi di tutte le città considerate si sono comunque attestati ai record di sempre.