Wall Street chiude in rosso, S&P 500 buca soglia psicologica di 2.100 punti

1 Novembre 2016, di Daniele Chicca

Wall Street ha chiuso in rosso con l’S&P 500 che ha sfondato al ribasso quota 2.100 punti, scendendo ai minimi di quattro mesi. Lo scivolone dell’indice allargato è avvenuto dopo che il Dow Jones, il paniere delle blue chip, ha brevemente bucato la soglia psicologica dei 18.000 punti.

Sui mercati hanno gravato due fattori su tutti: l’incertezza per l’esito delle elezioni Usa e l’avvicinarsi del rialzo dei tassi di interessedella Fed. Sul Dow, sull’S&P 500 e sul Nasdaq-100 hanno pesato i cali dei titoli di Apple, che hanno accusato il quinto ribasso consecutivo dopo la pubblicazione degli utili trimestrali.