Usa, nuovi cantieri edili si contraggono ai minimi di otto mesi

16 Giugno 2017, di Daniele Chicca

Negli Stati Uniti il numero di nuovi cantieri edili è calato del 5,5% a maggio su base mensile, registrando una contrazione inattesa. Le previsioni erano infatti per un incremento del 3,4% dell’attività nel settore delle costruzioni di case e uffici.

I cantieri edili di nuovo avvio si sono attestati a 1,092 milioni numero adattato agli effetti stagionali e di calendario. Si tratta della cifra più bassa degli ultimi otto mesi. Diminuiscono anche le licenze di costruzione, che si attestano a 1.168 mila unità da quota 1.228 mila, per una flessione del 4,9%. Il consensus era di 1.250 mila. Gli analisti avevano stimato un incremento dell’1,8%.

Il mercato ora spera in un rimbalzo del settore delle costruzioni immobiliari nei prossimi mesi, visti anche i miglioramenti del mercato del lavoro. In seguito alla pubblicazione dei dati, i rendimenti dei titoli obbligazionari si sono ridotti di livello, in particolare nella parte breve della curva. Al contempo i future sui principali indici della Borsa Usa continuano a scambiare in ribasso facendo presagire un’apertura negativa a Wall Street.