Unicredit, impiegato cinese “ruba” 100 milioni di yuan dai conti dei clienti

8 Aprile 2019, di Alberto Battaglia

Un impiegato di banca Unicredit in Cina ha, nel corso di tre anni, sottratto yuan per un valore di 13 milioni di euro dai conti dei clienti. Secondo quanto riporta Bloomberg, l’uomo avrebbe sfruttato delle imperfezioni nel sistema di sicurezza informatico per appropriarsi del denaro. La banca italiana si è scusata per l’accaduto: “La sicurezza dei beni dei nostri clienti è la nostra principale preoccupazione”, ha detto un portavoce dell’istituto, “e sono state prese tutte le precauzioni necessarie per evitare che un simile incidente si ripeta”.