Tutte le nuove scommesse di Warren Buffett: tra le new entry Citigroup e Occidental Petroleum. E non finisce qui

17 Maggio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Citigroup, Occidental Petroleum, ancora Apple: nel primo trimestre del 2022 Warren Buffett non è rimasto certamente con le mani in mano. Tutt’altro: mentre le borse di tutto il mondo scivolavano, l’oracolo di Omaha ha continuato a fare incetta di azioni. E’ quanto ha reso noto la stessa holding da lui fondata e diretta, Berkshire Hathaway, che si è avvantaggiata dell’alta volatilità presente nei mercati per far fruttare quel cash parcheggiato da tempo, del valore di $51,1 miliardi.

Diverse le azioni su cui Buffett ha puntato, stando a quanto emerge dai documenti sugli investimenti in equity made in Usa effettuati fino al 31 marzo depositati presso le autorità competenti: Berkshire ha annunciato nuove partecipazioni in Ally Financial, nel gruppo chimico Celanese Corp, nella compagnia assicurativa Markel Corp, nel distributore di farmaci McKesson Corp e in Paramount Global, ex ViacomCBS.

La holding ha terminato il primo trimestre dell’anno con un cash e liquidità equivalenti pari a $106,3 miliardi – riporta un articolo di Reuters – in flessione rispetto ai $146,7 miliardi del quarto trimestre: la differenza riflette soprattutto i nuovi investimenti effettuati nei primi tre mesi dell’anno.

Tra questi, le scommesse citate e anche quelle precedentemente annunciate nel colosso petrolifero Chevron e in Occidental Petroleum , nel gruppo produttore di computer e stampanti HP e nel gruppo di videogame Activision Blizzard, finito nel mirino di Microsoft. Berkshire ha fatto shopping anche di altre 2 milioni di azioni General Motors, portando la quota detenuta nel colosso dell’auto a 62 milioni di azioni; aumentata anche la partecipazione in Apple, di 4 milioni di azioni.

La holding non ha fatto però solo shopping: non sono mancate infatti nel primo trimestre le vendite e, anche, le uscite importanti da alcune puntate storiche: venduta in particolare quasi tutta la partecipazione, del valore di $8,3 miliardi, che era stata accumulata verso la fine del 2020 in Verizon Communications. Berkshire ha detto infine addio alla banca Wells Fargo, in cui era presente da 33 anni e che, negli ultimi anni, aveva dato non poco filo da torcere ai suoi azionisti, con i suoi continui scandali (tra cui le commissioni gonfiate di otto volte).

Le vendite di azioni sono ammontate complessivamente a $9,7 miliardi, inclusi anche gli smobilizzi delle quote precedentemente investite in AbbVie e Bristol-Myers Squibb .

I movimenti effettuati hanno cambiato il portafoglio di investimenti di Berkshire, confermando alcune scommesse precedenti: scommessa numero uno si conferma Apple; seguita da Bank of America ( (BAC) e American Express ( (AXP): sono queste le tre principali puntate di Warren Buffett. Chevron occupa la quarta posizione.

New entry sotto i riflettori sono Citigroup e Occidental Petroleum: nella prima, la holding ha puntato quasi 3 miliardi di dollari, scommettendo su un titolo che, negli ultimi anni, ha fatto peggio delle rivali JPMorgan Chase e Bank of America.

Occhio anche alla scommessa oil, Occidental Petroleum, con Berkshire aveva già allocato 7 miliardi di euro nel gruppo petrolifero; con i nuovi acquisti, Buffett ha portato la sua quota a oltre il 14%.

Da segnalare che il titolo Occidental ha segnato un rally pari a +115,3% negli ultimi sei mesi di contrattazioni e +159,8% nell’ultimo anno, sulla scia del reopening dell‘economia post pandemia Covid. La ripresa delle quotazioni di Chevron è stata inferiore, ma di tutto rispetto, con il titolo che è salito del 48,8% negli ultimi sei mesi e del 57,7% nell’ultimo anno.