Tassi: Banca d’Inghilterra lascia ancora tutto fermo, ma board è sempre diviso

3 Agosto 2017, di Daniele Chicca

Alla fine la Banca d’Inghilterra ha mantenuto lo status quo sui tassi di interesse, che restano quindi ancorati ai minimi storici dello 0,25%. Solo due esponenti del braccio di politica monetaria hanno votato a favore di un rialzo del costo del denaro allo 0,5%. Sul Forex la sterlina, che scambiava sui massimi di 11 mesi in area $1,3243, rallenta un po’ il passo.

Da quando a giugno cinque membri del board su otto hanno votato contro una stretta monetaria, dal punto di vista macroeconomico non è cambiato molto. Secondo gli analisti era difficile che si materializzasse un rialzo dei tassi dal momento che l’inflazione è in linea con le stime rese note a maggio dalla Banca centrale.

Ora come osservano gli analisti di eToro molti trader e analisti si aspettano che Mark Carney si esprima sui prossimi passi nella politica monetaria e annunci un imminente incremento dei tassi. “A prescindere da quanto sarà detto, ci sono aspettative elevate in entrambe le direzioni e molte posizioni saranno piazzate. Virtualmente, tutti i protagonisti punteranno l’attenzione sul rapporto sterlina-dollaro”.