Snam: 2017 in crescita per gli utili, rivisti al rialzo target 2021t

14 Marzo 2018, di Mariangela Tessa

Dopo un’apertura in territorio positivo, perde terreno il titolo Snam (-1% a meta’ mattinata) a piazza Affati dopo i conti diffusi stamattina e l’aggiornamento del piano al 2021 con un aumento degli investimenti. Snam ha chiuso il 2017 con un utile netto adjusted di 940 milioni di euro, +11,2% rispetto all’utile netto pro-forma adjusted del 2016, grazie anche ai minori oneri finanziari netti che beneficiano della riduzione del costo medio del debito.

Il consiglio ha inoltre deliberato di proporre all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,2155 euro per azione, in aumento rispetto agli 0,21 pagati sul 2016. I ricavi totali sono stati pari a 2,441 miliardi (+1,1% sui ricavi totali pro-forma adjusted del 2016).

Il cdA ha inoltre approvato il Piano industriale al 2021 che prevede investimenti pari a 5,2 miliardi di euro (+10% rispetto al piano precedente), di cui 4,6 miliardi in trasporto e 0,6 miliardi in stoccaggio e rigassificazione. L’utile netto è visto in aumento del 4,5% annuo rispetto al +4% stimato in precedenza mentre l’Ebitda è atteso in crescita dell’1,5% medio annuo e l’utile operativo è confermato in aumento dell’1% medio annuo.