Sell sulla sterlina, rumor su Brexit spaventano i mercati

19 Agosto 2016, di Laura Naka Antonelli

Trend negativo per la sterlina, dopo alcuni rumor circolano sui mercati, secondo cui il Regno Unito potrebbe attivare l’articolo 50 del Trattato di Lisbona prima del previsto: precisamente, riporta MarketWatch, nel corso del primo semestre del 2017, ovvero prima che si svolgano le elezioni cruciali in Francia e Germania. I rumor sono stati riportati da Bloomberg.

Se attivasse l’Articolo 50, il Regno Unito di Theresa May darebbe ufficialmente il via alle trattative per concretizzare il la Brexit, e siglare dunque l’addio definitivo dall’Unione europea. Bloomberg segnala come l’attivazione di tale articolo potrebbe scattare già ad aprile.

Immediata la reazione della sterlina che, nella sessione odierna, è scesa fino a $1,3059 rispetto agli $1,3160 di giovedì: si tratta del calo giornaliero più sostenuto in due settimane.  In tre mesi, nei confronti del dollaro, la sterlina ha ceduto oltre -10%.

Tra le altre valute principali del mercato valutario giornata di rialzi per il dollaro – sullo yen oltre JPY 100 e sul dollaro canadese attorno a C$1,2878. Euro in calo attorno a $1,1322.