Saipem chiude i primi nove mesi in perdita, confermate linee guida

25 Ottobre 2016, di Daniele Chicca

Saipem ha archiviato i primi tre trimetri dell’anno con una perdita netta complessiva di 1.925 milioni di euro, al netto di svalutazioni per 2.125 milioni di euro (-866 milioni di euro nei primi nove mesi del 2015, al netto di svalutazioni per 304 milioni di euro) di cui -1.978 milioni nel terzo trimestre. Migliora invece il risultato netto adjusted, che si è attestato a 200 milioni di euro (-562 milioni di euro nei primi nove mesi del 2015) di cui 60 milioni nel terzo trimestre.

Il fatturato è stato pari a 7.885 milioni di euro (8.445 milioni di euro nei primi nove mesi del 2015), di cui 2.610 milioni nel terzo trimestre. Le acquisizioni di nuovi ordini sono state pari a 6.627 milioni di euro (5.357 milioni di euro nei primi nove mesi del 2015) di cui 3.299 milioni nel terzo trimestre. Il portafoglio ordini residuo è di 14.588 milioni di euro (15.846 milioni di euro al 31 dicembre 2015).

Nel commentare i conti fiscali dei primi 9 mesi, l’amministratore delegato Stefano Cao ha confermato le linee guida già annunciate per l’esercizio 2016 da Saipem.