Sabatini (Abi): nuove regole Ue sugli Npl freneranno il credito bancario

14 Dicembre 2020, di Alberto Battaglia

La prossima applicazione “di alcuni elementi delle norme europee sui crediti deteriorati, rischia di avere gravi conseguenze sul tessuto economico dell’Italia, da un lato limitando fortemente la possibilità per le banche di offrire all’economia l’indispensabile sostegno per uscire dalla crisi e, dall’altro, compromettendo irrimediabilmente la situazione finanziaria di clienti che si trovino a versare in difficoltà, anche solo temporanea”: lo ha dichiarato dell’Abi Giovanni Sabatini in audizione alla commissione d’inchiesta sulle banche invitando le autorità competenti a “ripensare o sospendere tali norme”.