Orsini (Confindustria): “Irpef sembra uscita dal bisturi del Dr Frankenstein”

12 Febbraio 2021, di Alessandra Caparello

Così come è oggi, l’‘Irpef, cioè l’imposta principale del nostro ordinamento, “sembra uscita dal bisturi del Dr. Frankenstein: tenuta solo dal filo ideale di tassare il reddito personale”.

Queste le parole di Emanuele Orsini, vicepresidente di Confindustria per Credito, Finanza e Fisco, nel corso di un’ audizione alle Commissioni riunite Finanze di Camera e Senato sulla prossima riforma ficale.

“Ci vuole tempo, le riforme non si fanno con la decretazione d’urgenza” e le risorse sono “esigue”, ammontano “a soli 2 miliardi l’anno nel 2022 e 2023”, e non possono essere “recuperate” solo con l’evasione che “non offre garanzie”.