Occupazione: a marzo persi oltre 700mila posti di lavoro negli Usa

3 Aprile 2020, di Alessandra Caparello

In profondo rosso il mercato del lavoro negli Stati Uniti. Secondo i dati forniti dal Bureau of Labour Statistics, nel mese di marzo, il tasso di disoccupazione è salito al 4,4% dal 3,6% precedente ben oltre le attese degli analisti.

In fumo anche 701 mila buste paga nei settori non agricoli (non-farm payrolls). A soffrire è soprattutto il settore privato, dove sono stati cancellati 713 mila posti di lavoro.