Mps-UniCredit, Stato nel capitale anche post eventuale operazione? Orcel: ‘troppo presto per dirlo’

30 Luglio 2021, di Redazione Wall Street Italia

Se lo Stato, se e una volta raggiunto un accordo con UniCredit su un’operazione su Mps, rimarrà comunque azionista del Monte dei Paschi?

“E’ troppo presto per dirlo, bisogna prima vedere quale sarà la struttura dell’operazione’. Così l’ad di UniCredit, Andrea Orcel, ha risposto a una domanda relativa al ruolo che il Tesoro potrebbe avere a seguito di una eventuale operazione di fusione tra Piazza Gae Aulenti e Mps.

Orcel ha parlato ieri sera, commentando la notizia dell’avvio delle trattative in esclusiva per l’acquisizione delle attività commerciali di Mps.

“Liberare l’enorme valore che UniCredit ha al suo interno continua ad essere la nostra priorità. Tuttavia, sono sempre stato chiaro sul ruolo che l’M&A potrebbe giocare come potenziale acceleratore in grado di migliorare i nostri risultati strategici, sempre nel pieno rispetto dell’interesse dei nostri azionisti”, ha detto Orcel.