Materie prime si raffreddano, dollaro sulla difensiva aspettando la Bce

20 Aprile 2016, di Daniele Chicca

Sul Forex, dopo la pioggia di vendite che lo ha colpito ieri, il dollaro rimonta grazie alle ricoperture, pur rimanendo sulla difensiva in vista della riunione della Bce di domani. La sterlina, valuta enalizzata negli ultimi tempi dalle incertezze sul futuro di Londra all’interno dell’Unione Europea visto l’avvicinarsi con il referendum sulla Brexit, scende leggermente, dello 0,15% contro il dollaro a quota $1,4370 in seguito ai dati sulla disoccupazione nel Regno Unito.

In ambito di materie prime, la fine dello sciopero dei lavoratori del Kuwait dopo tre giorni di stop delle attività nei pozzi petroliferi, ha pesato sulle quotazioni del greggio e sulle valute dei paesi che più dipendono dalle esportazioni della materia prima. Mario Draghi parlerà oggi ma eviterà di dare troppi dettagli, tenendo alta la suspence per la conferenza stampa successiva alla decisione sui tassi di domani.