Inchiesta Banca Marche: sequestrati 15 milioni di euro

3 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Appartamenti a Bologna, Parma e ai Parioli a Roma intestati ad una società riconducibile a parenti dell’ex direttore generale della Banca Marche, Massimo Bianconi.

Il nucleo di Polizia Tributaria delle Fiamme Gialle di Ancona ha eseguito il sequestro di 15 milioni di euro tra Marche, Puglia e Lombardia grazie all’inchiesta partita dal procuratore capo Irene Bilotta e dai pubblici ministeri, Serena Bizzarri, Andrea Laurino e Marco Pucilli, in merito al buco miliardario dell’istituto di credito marchigiano.

Oltre agli immobili nei beni sequestrati anche 20 conti correnti e varie partecipazioni societarie.

Coinvolti nei sequestri oltre all’ex numero uno di BM Massimo Bianconi, anche l’imprenditore Vittorio Casale e un altro imprenditore pugliese, accusati di corruzione tra privati.