In Italia crescono inattivi, un giovane su tre ne’ studia ne’ lavora

4 Marzo 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Crescono in Italia i cosiddetti “neet”, ovvero le persone tra i 15 e i 34 anni che non studiano, non lavorano e non ricevono formazione.

Secondo l’Istat si è passati dal 20,9 per cento del 2005 al 27,3 per cento del 2015. Se si guardano i dati dei giovani tra i 18 e i 29 anni, la percentuale di neet arriva al 31,1 per cento. In altre parole in Italia circa un giovane su tre vive la sua vita senza lavorare e senza formarsi.

Si tratta di dati in controtendenza rispetto alla media europea dove il dato è stabile e in alcuni paesi come il Regno Unito il numero di persone inattive è in calo.