illimity lancia la proptech Quimmo per semplificare la compravendita di immobili

5 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

Oggi è stata presentata ufficialmente Quimmo, la nuova proptech di illimity. Il lancio della nuova società era stato reso noto fin dal febbraio scorso, in occasione della presentazione dei conti 2021. All’epoca era stato annunciato che la divisione sales di neprix, società del Gruppo illimity specializzata nella gestione di crediti deteriorati corporate e nelle attività di remarketing e leader nel mercato delle aste giudiziali in Italia, nel 2022 sarebbe confluita in una nuova società proptech, che ad aprile sarebbe stata attiva con un nuovo brand e una piattaforma digitale innovativa e avrebbe iniziato a operare anche nel mercato immobiliare aperto.

Corrado Passera, ceo e cofondatore di illimity, ha definito Quimmo “un modo per semplificare vendita e acquisto di immobile” e ha sottolineato l’importanza della condivisione delle informazioni e del digitale, oltre che di accompagnare il compratore, dandogli un supporto umano. Renato Ciccarelli, responsabile del progetto Quimmo, ha spiegato: “Nel corso del tempo abbiamo sequenziato l’intermediazione immobiliare, evolvendola grazie a tre elementi”. Innanzitutto, essere un essere luogo unico dove c’è tutto quello che serve per comprare e vendere un immobile. “In Quimmo si possono avere informazioni su un immobile, integrando l’online e la presenza sul territorio, cui poi aggiungeranno dei servizi di natura finanziaria”, ha precisato Ciccarelli. La piattaforma digitale è integrata con dei referenti commerciali sul territorio e offre un mercato immobiliare unico, dove si semplifica il percorso della vendita giudiziaria, inserendo degli elementi del libero mercato e affiancando un processo commerciale a uno legale. “La pubblicità legale da sola infatti non soddisfa gli interessi del debitore”, ha ammonito il responsabile del progetto Quimmo.

La piattaforma inoltre offre allo sviluppatore immobiliare Coima la possibilità di dare informazioni sui suoi sviluppi immobiliari, oltre che di raccogliere manifestazioni d’interesse. Nei prossimi mesi Quimmo punta a coprire, in maniera ancora più completa, anche i bisogni delle altre tipologie di venditori: sviluppatori immobiliari, costruttori, fondi, banche, assicurazioni o semplicemente famiglie. La piattaforma nel 2022 mira a raggiungere 34 milioni di visite, 1,4 milioni di utenti registrati e più di 3.000 immobili transati.