Grecia: nuove proposte di riforma pensioni alla Troika

5 Gennaio 2016, di Alessandra Caparello

Ieri sera il governo di Atene ha inviato alla Troika le proposte di riforma previdenziale.

La riforma delle pensioni in Grecia prevede da una parte un minimo nazionale (384 euro per chi ha meno di quindici anni di contributi) e dall’altra il taglio degli assegni più alti al fine di far fronte al deficit che ammonta a 800 milioni. Il tetto alle pensioni potrebbe essere di 2300 euro contro i 2700 euro attuali per chi riceve una sola pensione, Per chi invece beneficia di più trattamenti per le pensioni uniche. Per chi beneficia di diverse pensioni, si passerebbe da 3680 a 3000 euro.

Nel paese più travagliato di tutta l’area euro è già prevista una missione dei rappresentanti dei creditori (Bce, Fmi e Commissione Ue) estesa a quelli dell‘European stability mechanism a metà mese ad Atene.