Fine del QE preoccupa Confindustria, rischio aumento deficit

4 Settembre 2017, di Mariangela Tessa

La fine del Quantitative easing preoccupa Confindustria.  In un’intervista tv a margine del forum Ambrosetti, il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, ha detto che  il “Qe finisce nel momento in cui c’è ripresa strutturale e deve agganciarla ad alto livello”. 

“Mi preoccupa perché abbiamo tre nodi: debito, deficit e crescita e se non affrontiamo il nodo del debito, se aumentano i tassi di interesse, aumenta anche il deficit”, ha spiegato.