Draghi: inflazione si rafforzerà. Le nuove stime (contrastate) della Bce

8 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

La Bce di Mario Draghi ha lasciato i tassi di rifinanziamento allo zero. I tassi sui rifinanziamenti marginali sono stati lasciati fermi anch’essi, allo 0,25%, così come i tassi sui depositi a -0,40%. Deluse le attese di diversi economisti sul quantitative easing, che avevano sperato su una proroga del programma già in questa riunione.

Nel prendere la parola nella consueta conferenza stampa che segue l’annuncio sulla decisione dei tassi, Draghi rende noto che l’inflazione dell’Eurozona è destinata a rafforzarsi e che le nuove proiezioni della Bce sull’inflazione HICP prevedono un rialzo dello 0,2% nel 2016, dell’1,2% nel 2017 e dell’1,6% nel 2018.

La Bce ha infatti tagliato le stime sull’inflazione del 2017.