DB e Commerzbank: fusione per ora non ha senso economico

28 Febbraio 2019, di Alessandra Caparello

Una fusione tra Deutsche Bank e Commerzbank non ha senso economico al momento. Così Reteurs riporta le parole di un consigliere del ministero delle finanze tedesco, Joerg Rocholl, vicepresidente di un consiglio di esperti esterni che consigliano il ministero delle finanze.

Secondo l’esperto, Deutsche Bank dovrebbe avere il tempo di continuare a migliorare la redditività.

Deutsche Bank ha appena realizzato il suo primo profitto in diversi anni e addirittura ha superato i suoi obiettivi di costo. Si dovrebbe dare alla banca e ai suoi dirigenti il ​​tempo di continuare su questa strada. Ecco perché al momento non vedo giustificazioni economicamente plausibili per una fusione”.

Le voci su una fusione sono cresciute sotto il mandato del ministro delle finanze Olaf Scholz. Entrambe le banche sono state lente a tornare alla redditività sostenibile dalla crisi finanziaria globale.