Confindustria, Pil sotto le attese: possibile manovra sui saldi da 16,6 miliardi

15 Settembre 2016, di Alberto Battaglia

I segnali poco confortanti sulla crescita italiana: secondo le stime del Centro Studi di Confindustria, potrebbero comportare una manovra sui saldi in grado di restringere negativamente la domanda. Il Csc stima per il 2016 una crescita dello 0,7% e dello 0,5% l’anno prossimo, riviste entrambe al ribasso di 0,1 punti: tale entità potrebbe giustificare “il rischio di una manovra complessiva sui saldi di bilancio pubblico di 16,6 miliardi“; tali misure avrebbero “effetti molto negativi su domanda interna e fiducia, per tale ragione è necessario che siano sfruttati tutti i margini di flessibilità già previsti dal Patto di stabilità, in caso di andamento più debole dell’economia”, suggerisce il Csc, aggiungendo che “che le poche risorse disponibili” dovrebbero esser “concentrate sulle voci che hanno maggiore efficacia nel rilanciare la crescita: sostegno agli investimenti pubblici e privati, scambio salario-produttività, patrimonializzazione delle imprese”.