Confindustria critica la Bce: “nuove disposizioni su Npl irragionevoli”

6 Ottobre 2017, di Mariangela Tessa

E’ polemica in Italia sulle nuove disposizione della Bce in merito alla gestione dei crediti deteriorati (NPL). L’ultima critica arriva da Confindustria secondo cui le nuove norme sugli Npl, che la Bce starebbe valutando risultano una scelta “incomprensibile” e “irragionevole”.

Le imprese si dicono “estremamente preoccupate” e avvertono: il nuovo documento Bce “contiene una serie di previsioni e di automatismi che, se confermati, avrebbero un impatto di grande rilievo sui requisiti patrimoniali delle banche, imponendo loro nuovi e onerosi accantonamenti”.