Confimprese: saldi deludenti, vendite calano del 32,8%

26 Gennaio 2021, di Alessandra Caparello

Deludono i saldi invernali registrando una contrazione media delle vendite in store del -32,8% rispetto al 2019. Così rivela  Confimprese, l’associazione che cura gli interessi delle imprese che operano nel commercio con reti franchising e dirette.

Sono numeri che non si discostano dal trend generale delle regioni in cui i saldi non sono ancora partiti, pari al -35,3% – ha spiegato Mario Resca, presidente Confimprese – Il crollo maggiore, in queste regioni, si registra nel beauty a -45% seguito dall’abbigliamento a -42,8%. I saldi non riescono a controbilanciare l’andamento negativo dei consumi. La speranza di recuperare nel periodo natalizio parte delle vendite perse a causa del primo lockdown, garantendo così la sopravvivenza delle nostre imprese e dei posti di lavoro, non si è purtroppo concretizzata. I saldi invernali non potranno ricompensare la perdita di 15 miliardi di ricavi nei mesi di novembre e dicembre. I magazzini sono pieni di merce che rischia di rimanere invenduta”.