Borse: Tokyo chiusa, Shanghai oltre +2% dopo annuncio a sostegno dell’azionario

21 Marzo 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Sessione contrastata in Asia, dove la Borsa di Tokyo è rimasta chiusa per la festività nazionale. Lo scorso venerdì, l’indice Nikkei 225 aveva concluso le contrattazioni in calo -1,25% a 16.724,81 punti. Male Seoul -0,12%, Hong Kong piatta con +0,06%, e e Sidney -0,32%, mentre si mettono in evidenza i rialzi della Borsa di Shanghai, +2,2%, a 3.020,12 punti, sulla scia dei forti guadagni dei titoli delle società di brokeraggio, che mettono a segno rialzi superiori a +9%.

Founder Securities +10%, Citic Securities +10%, Haitong Securities +9,8%. Incide positivamente la notizia secondo cui China Secutiries Finance Corporation, che eroga servizi di prestiti alle società finanziarie e e che è garantita dallo stato, ha annunciato sul proprio sito, lo scorso venerdì, che tornerà a erogare finanziamenti ai gruppi del settore per periodi che, secondo Bloomberg, avranno una durata tra i 7 e i 182 giorni. Una notizia che è a favore dell’azionario.

Sempre dal sito, risulta che i tassi di interesse che applicherà sui prestiti a sette giorni saranno del 3,4%, mentre quelli a 182 giorni saranno erogati a fronte di interessi del 3%, in calo rispetto al 4,8% di venerdì scorso.