Borse europee in rosso, Milano penalizzata dai rincari del petrolio e crollo Atlantia

16 Settembre 2019, di Alberto Battaglia

Si chiude in netto ribasso la seduta di tutte le maggiori piazze borsistiche europee, con Milano fra i listini più penalizzati. A guidare le vendite è il duro colpo subito alla produzione petrolifera mondiale in seguito all’attacco Houthi in Arabia Saudita, che ha spinto il prezzo del petrolio su dell’11% e oltre.

Il Ftse Mib chiude in calo dello 0,96% a 21.969,24 punti, nel paniere pesa il nuovo tracollo di Atlantia, sul quale pesano gli sviluppi dell’inchiesta Morandi bis, con un calo dell’8% la holding della famiglia Benetton è oggi il peggior titolo di Piazza Affari.

In Francia il Cac40 ha archiviato la giornata con un bilancio del -0,73%; giù anche il Dax tedesco (-0,55%) e il Ftse 100 britannico (-0,31%).