Bce mantiene tassi invariati a zero, rendimenti bond in calo sui mercati

20 Ottobre 2016, di Daniele Chicca

La Bce ha deciso come da attese di non apporre modifiche ai tassi di interesse, che rimangono ai minimi storici dello zero. Il tasso sui depositi marginali resta negativo (-0,4%), mentre quello sui prestiti overnight rimane incollato al minimo di +0.25%. Ora bisognerà vedere cosa succederà al piano di Quantitative Easing. Sui mercati nel giorno della riunione di politica monetaria dell’istituto centrale di Francoforte, i rendimenti dei bond dell’area euro subiscono un calo lieve, ma molto dipenderà da quello che accadrà tra pochi minuti quando partirà la conferenza stampa consueta di Mario Draghi.

Il governatore della Bce dovrebbe sminuire le ipotesi di un potenziale tapering, una strategia di uscita, dal programma di acquisto di bond QE da 80 miliardi di euro al mese. Allo stesso tempo dovrebbe aspettare dicembre per annunciare un’estensione di portata e durata del piano di allentamento monetario. La gittata e portata del bazooka verrà aumentata “se sarà necessario”, dice la Bce in un comunicato.

Per prendere tempo la Bce ha istituito una commissione di banchieri incaricata di trovare il modo migliore per apportare modifiche al piano e cambiarne i limiti. Il recente ribasso dei prezzi dei Bond ha aiutato Draghi, perché non ha ridotto il parco di titoli acquistabili nell’ambito del piano.