Bank of England lascia tassi invariati allo 0,25%, sterlina volatile

2 Febbraio 2017, di Laura Naka Antonelli

La Bank of England ha lasciato i tassi di riferimento invariati allo 0,25%, mantenendo inalterati anche gli acquisti di bond governativi al valore di 435 miliardi di sterline, e gli acquisti di corporate bond per un valore fino a 10 miliardi di sterline. Occhio ai movimenti della sterlina, che oggi ha puntato inizialmente verso l’alto per poi segnare un trend improntato alla cautela.

In mattinata, la sterlina è balzata sui mercati valutari fin oltre la soglia di $1,27 per la prima volta in sette settimane, in parte per l’attesa del comunicato della Bank of England -secondo gli economisti, la banca centrale alzerà le stime sul Pil e sull’inflazione, in parte anche per la debolezza del dollaro, provocata dai toni da colomba della Federal Reserve, che ha lasciato invariati i tassi di interesse.

Forte la volatilità della valuta, in attesa, anche, della pubblicazione del libro bianco sulla Brexit da parte del premier Theresa May.