Banca Intermobiliare: AuC in opzione, approvati termini e condizioni definitive offerta

30 Novembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Il consiglio di amministrazione di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni ha approvato le condizioni definitive dell’aumento di capitale in esercizio parziale, nonché il calendario dell’offerta in opzione delle nuove azioni. La società precisa che in esecuzione dell’aumento di capitale saranno emesse massime 683.613.317 azioni ordinarie Banca Intermobiliare di nuova emissione, prive di valore nominale espresso, aventi le medesime caratteristiche delle azioni ordinarie Banca Intermobiliare già in circolazione e godimento regolare, da offrire in opzione agli azionisti della Banca aventi diritto nel rapporto di 5 nuove azioni ogni 12 azioni ordinarie Banca Intermobiliare possedute, al prezzo di sottoscrizione di 0,0336 euro per ciascuna nuova azione, da imputarsi quanto a 0,001 euro a capitale sociale e quanto a 0,0326 euro a sovrapprezzo. Il controvalore dell’offerta in opzione sarà pertanto pari a massimi 22.969.407,45 euro.

“Rispetto al prezzo teorico ex diritto (Theoretical Ex Right Price o TERP), il prezzo di sottoscrizione delle nuove azioni oggetto dell’Offerta in opzione incorpora uno sconto del 12,7% circa, se calcolato con riferimento al prezzo ufficiale medio di Borsa del trimestre precedente il 26 novembre 2021 (compreso), ovvero uno sconto del 15% circa, se calcolato con riferimento al prezzo di chiusura di Borsa del 26 novembre 2021”, si legge nella nota della banca che dettaglia il calendario dell’offerta in opzione. Subordinatamente all’ottenimento dei provvedimenti di autorizzazione alla pubblicazione del prospetto da parte della Consob, è previsto che i diritti di opzione per la sottoscrizione delle nuove azioni siano esercitabili, a pena di decadenza, dal 6 dicembre 2021 al 20 dicembre 2021 (estremi inclusi); e i diritti di opzione siano negoziabili su Euronext Milan dal 6 al 14 dicembre 2021 (estremi inclusi).