Azionario: borsa Tokyo in forte rialzo. Focus su manovra Singapore dopo Pil

14 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Performance positiva per la maggior parte dell’azionario asiatico, grazie ai rialzi di Wall Street e ai guadagni che hanno interessato soprattutto i titoli del settore finanziario. La borsa di Tokyo ha segnato un buon rialzo. Accelerazione nel finale per la Borsa di Tokyo, con l’indice Nikkei 225 che ha chiuso la sessione con un balzo +3,23%, a quota 16.911,05 punti, beneficiando della recente debolezza dello yen.

Sidney è salita +1,11% circa, sulla scia degli acquisti sui titoli delle Quattro Grandi Banche, ovvero ANZ Commonwealth Bank of Australia, Westpac e NAB.

Shanghai invece debole, con la borsa che al momento, a pochi minuti dalla chiusura delle contrattazioni, segna un calo -0,10%.

Focus su Singapore, il cui listino azionario Straits Times Index è salito +0,8% circa, a seguito della pubblicazione del dato relativo al PIL del primo trimestre dell’anno. L’economia è cresciuta a un ritmo annuale dell’1,8%, come nel trimestre precedente e lievemente al di sopra del +1,7% atteso da Reuters,. Su base trimestrale, il PIL ha segnato una performance piatta.

Allo stesso tempo, l’Autorità monetaria di Singapore ha sorpreso i mercati con una manovra di politica monetaria. Da segnalare che la banca centrale di Singapore gestisce la politica monetaria manovrando non i tassi di interesse ma il tasso di cambio, ovvero stabilendo il tasso di apprezzamento del dollaro di Singapore all’interno di una banda di oscillazione che si basa su un paniere di valute. Tale tasso di apprezzamento è stato fissato allo zero per cento.

Immediata la reazione del dollaro di Singapore, con il dollaro Usa scambiato a 1,3610 dollari di Singapore contro gli $1,350 precedente l’annuncio della banca centrale.