ArcelorMittal alla conquista dell’Ilva: “La inseriremo nell’automotive”

15 Febbraio 2017, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Produzione annua in crescita a 8 milioni di tonnellate con 6 milioni realizzati direttamente dall’Ilva, l’abbandono definitivo dell’altoforno 5, considerato troppo costoso da ristrutturare e l’accelerazione sulle capacità degli impianti di Genova e Novi Ligure considerati altamente strategici.

Queste le direttive su cui si muoverà l’ArcelorMittal scesa in campo in cordata con Marcegaglia per la conquista dell’Ilva.

“L’Italia è un mercato vasto che incide sul fatturato europeo di ArcelorMIttal per l’8% e nel quale non abbiamo produzione primaria. L’Italia è il nostro quinto mercato di riferimento, è un mercato che richiede molto acciaio e che oggi ci impone costi di trasporto elevati perché i prodotti vengono spediti. Produrre in Italia significa fornire i nostri clienti sul luogo, e conquistarne altri. ArcelorMittal è il primo fornitore europeo dell’automotive, intendiamo inserire Ilva nella nostra rete di impianti specializzati per l’automotive”.