Allarme Codacons: “inflazione in rialzo erode potere d’acquisto delle famiglie”

8 Gennaio 2020, di Mariangela Tessa

Allarme Codacons sul caro-prezzi, dopo la pubblicazione dei dati Istat sull’ inflazione ,che certificano l’ erosione del potere d’ acquisto delle famiglie italiane , specie per le spese quotidiane.

“A dicembre l’ inflazione rialza la testa a dicembre, e la crescita dei prezzi al +0,5% produce una maggiore spesa pari a +203 euro su base annua per una famiglia con due figli (+154 euro la famiglia tipo)”, commenta il Codacons , che lancia l’ allarme rincari legati al caro-benzina che potrebbero far sentire i loro effetti nei prossimi mesi. Stessi sono i timori ma diversi risultano i calcoli dell’ Unione nazionale consumatori (Unc) secondo cui per “una coppia con due figli l’ inflazione a +0,5% significa avere una maggior spesa annua complessiva di 139 euro, ma ben 81 euro se ne vanno per il solo carrello della spesa, ossia per gli acquisti quotidiani”.

In particolare per il Codacons la crescita del reddito e del potere d’ acquisto rappresenta solo “un’ illusione ottica e non corrispondono in alcun modo ad un reale arricchimento delle famiglie , visto che il rialzo si realizza esclusivamente grazie a prezzi al dettaglio bloccati”. I consumi invece, prosegue il Codacons, “crescono appena del +0,4% rispetto al trimestre precedente, un dato decisamente deludente. La situazione del potere d’ acquisto delle famiglie potrebbe però – avverte l’ associazione – subire modifiche nei prossimi mesi, a causa del caro-benzina che rischia di determinare una ondata di rincari dei prezzi al dettaglio in tutti i settori”.