Mercati: Société Générale presenta i nuovi cigni neri

27 Novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Ogni tre mesi, Société Générale presenta il suo famoso grafico sui cigni neri, che mostra l’outlook sui rischi che incombono sui mercati. Si tratta di eventi che, sebbene non molto probabili, sconvolgerebbero gravemente i mercati, con effetti domino sull’economia reale.

“I rischi nel nostro scenario centrale rimangono rivolti verso il basso. I punti di svolta nella politica monetaria americana rappresentano operazioni delicate da gestire e il timore è di riassistere al 1994”, scrivono gli esperti della banca francese.

“I padroni del mondo”: compra una copia

Sfoglia l’indice e acquista l’ebook

Il 1994 fu l’anno in cui la Federal Reserve optò troppo bruscamente per l’adozione di una politica monetaria restrittiva – drenando liquidità dai mercati troppo presto – scatenando un violento sell off sul mercato dei Treasuries.

I quattro cigni neri di SocGen, come mostra il grafico allegato, sono rappresentati da una deflazione in Europa; dalle tensioni geopolitiche, da un atterraggio duro dell’economia cinese, dal ripresentarsi, appunto, del crash dei Treasuries nel 1994.

Tra i cigni bianchi, ovvero tra i rischi al rialzo sull’outlook di crescita economica, “una ripresa economica degli Stati Uniti che eccede le attese; soluzioni veloci nell’Eurozona, una politica monetaria espansiva aggressiva in Cina”.