Mercati: Santander salva Banco Popular, dollaro paga perdita fiducia in Trump

7 Giugno 2017, di Daniele Chicca

La minaccia più attuale al sistema bancario europeo si chiama Banco Popular e non MPS. Il dossier di acquisizione del gruppo spagnolo, alla cifra simbolica di 1 euro, da parte della rivale Santander potrebbe chiudersi presto, ma passerebbe tramite la chiusura di diverse filiali. Allo stesso tempo, l’operazione scongiurerebbe il ricorso al piano di bail-in. Il titolo Santander perde fino al 3% in Borsa dopo aver lanciato l’assalto a Banco Popular, che ha un buco di bilancio stimato da 2,5 miliardi. Santander dovrà ricorrere a un aumento di capitale da 7 miliardi per riequilibrare la sua posizione patrimoniale post Opa.

Piazza Affari smaltisce gli ordini di vendita dell’apertura a scambia in rialzo su livelli tecnici interessanti con le banche che risentono in maniera positiva delle notizie provenienti dalla Spagna. Gli investitori stanno perdendo fiducia nelle capacità diDonald Trump di alimentare la ripresa economica con le misure pro crescita e pro aziende promesse in campagna elettorale. Lo dimostra l’andamento dei tassi sui Treasuries Usa (al 2,13%) e del dollaro americano, che sono scesi ai nuovi minimi post elezioni. L’azionario Usa ha registrato un nuovo record, ma la prova è sempre troppo dipendente dal settore tecnologico.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 7 Giugno 201710:19

In attesa dei fuochi d’artificio di domani (riunione Bce, elezioni politiche nel Regno Unito e audizione dell’ex direttore dell’Fbi James Comey al Senato Usa sul caso Russiagate), oggi l’evento clou di giornata riguarda le nuove stime dell’Ocse sulla crescita economica globale. 

Daniele Chicca 7 Giugno 201712:21

Bali-in evitato ma non le perdite per obbligazionisti e azionisti di Banco Popular, che finisce nelle mani del gruppo Banco Santander  per 1 euro. Vengono così confermati i rumor delle ultime ore, che davano come imminente il passaggio dell’istituto iberico al suo concorrente. I mercati finanziari non hanno vissuto male la vicenda, perché il meccanismo di risoluzione bancaria ha funzionato come dovrebbe. Il salvataggio lampo scongiura crisi sistemica.

Gli obbligazionisti dei bond junior più rischiosi e gli azionisti pagano per la crisi, ma non i contribuenti. Diversi bond hanno subito svalutazioni pesanti o sono stati convertiti in azioni che passeranno sotto il controllo di Santander. Significa che diversi obbligazionisti che hanno corso il rischio di comprare il debito di Banco Popular, che offriva ritorni da investimento attraenti, subiranno perdite ingenti.


Daniele Chicca 7 Giugno 201712:36

Bali-in evitato ma non le perdite per obbligazionisti e azionisti di Banco Popular, che finisce nelle mani del gruppo Banco Santander  per 1 euro. Vengono così confermati i rumor delle ultime ore, che davano come imminente il passaggio dell’istituto iberico al suo concorrente. I mercati finanziari non hanno vissuto male la vicenda, perché il meccanismo di risoluzione bancaria ha funzionato come dovrebbe. Il salvataggio lampo scongiura crisi una sistemica.

Gli obbligazionisti dei bond junior più rischiosi e gli azionisti pagano per la crisi, ma non i contribuenti. Diversi bond hanno subito svalutazioni pesanti o sono stati convertiti in azioni che passeranno sotto il controllo di Santander. Significa che diversi obbligazionisti che hanno corso il rischio di comprare il debito di Banco Popular, che offriva ritorni da investimento attraenti, subiranno perdite ingenti.

Daniele Chicca 7 Giugno 201712:48

Sul valutario l’euro cede lo 0,5%: la moneta unica paga le indiscrezioni secondo cui domani la Bce rivedrà le stime sull’inflazione al ribasso. Le Borse europee sono invece sui massimi di seduta, con l’indice EuroStoxx 600 che guadagna più di mezzo punto percentuale.

Daniele Chicca 7 Giugno 201712:52

Sul valutario l’euro cede lo 0,5%: la moneta unica paga le indiscrezioni secondo cui domani la Bce rivedrà le stime sull’inflazione al ribasso. Le Borse europee sono invece sui massimi di seduta, con l’indice EuroStoxx 600 che guadagna più di mezzo punto percentuale.

Daniele Chicca 7 Giugno 201713:01

La Borsa Usa dovrebbe aprire gli scambi poco distanti dal riferimento, con i mercati sulla difensiva in attesa di ricevere una sfilza di notizie sul fronte politico, monetario ed economico.

Daniele Chicca 7 Giugno 201713:05

Approfittando del nervosismo generale che alleggia sui mercati finanziari, l’oro sta attraversando un buon momento questa settimana.

Daniele Chicca 7 Giugno 201713:06

Approfittando del nervosismo generale che alleggia sui mercati finanziari, l’oro sta attraversando un buon momento in settimana.

Daniele Chicca 7 Giugno 201713:37

Mentre l’euro scambia in area 1,122 dollari, i rendimenti dei bond europei calano sulle previsioni di un abbassamento delle stime dell’inflazione da parte della Bce.

Daniele Chicca 7 Giugno 201715:31

Partenza sopra la parità per i tre principali indici azionari Usa mentre Piazza Affari scambia in progresso di circa lo 0,8% favorita dalle banche. UniCredit e Banca Generali realizzano guadagni superiori al 2%. Euro sempre sotto pressione.

Daniele Chicca 7 Giugno 201716:38

In ribasso le quotazioni del petrolio dopo la pubblicazione delle scorte di greggio Usa, che sono cresciute di 3,3 milioni di barili la settimana scorsa. I future sul Brent cedono 1,43 dollari (-2,9%) a quota 48,69 dollari, mentre il contratto sul WTI perde il 3,6% a quota 46,44 dollari. Pesano anche le informazioni secondo cui la Libia pianifichi una produzione di 1,25 milioni di barili al giorno. Tutto questo nonostante le incertezze geopolitiche in Medioriente. 

Daniele Chicca 7 Giugno 201716:50

In ribasso le quotazioni del petrolio dopo la pubblicazione delle scorte di greggio Usa, che sono cresciute di 3,3 milioni di barili la settimana scorsa. I future sul Brent cedono 1,43 dollari (-2,9%) a quota 48,69 dollari, mentre il contratto sul WTI perde il 3,6% a quota 46,44 dollari. Pesano anche le informazioni secondo cui la Libia pianifichi una produzione di 1,25 milioni di barili al giorno. Tutto questo nonostante le incertezze geopolitiche in Medioriente. 

Daniele Chicca 7 Giugno 201718:03

Piazza Affari chiude in frazionale ribasso, con il Ftse Mib che perde lo 0,10%. Eni è l’ultima del listino in scia al calo del greggio dopo la pubblicazione delle scorte US. Realizzi anche su Azimut e Yoox. In rialzo invece STM (+3,79%), Prysmian e Banca Generali.

Daniele Chicca 7 Giugno 201718:03

Contrastate le Borse Europee, con l’indice paneuropeo Eurostoxx50 perde lo 0,16% in chiusura di una seduta dove l’azionariato europeo è oscillato intorno alla parità. Vendite su Sanofi, seguita da Eni e Airbus, tutte in ribasso di oltre un punto e mezzo percentuale. In rialzo invece E.On (+5,19%) dopo la decisione della corte costituzionale tedesca, BBVA e Vivendi. Banco Santander chiude a -0,53 dopo la notizia del salvataggio di Banco Popular.

Daniele Chicca 7 Giugno 201718:03

Contrastate le Borse Europee, con l’indice paneuropeo Eurostoxx50 perde lo 0,16% in chiusura di una seduta dove l’azionariato europeo è oscillato intorno alla parità. Vendite su Sanofi, seguita da Eni e Airbus, tutte in ribasso di oltre un punto e mezzo percentuale. In rialzo invece E.On (+5,19%) dopo la decisione della corte costituzionale tedesca, BBVA e Vivendi. Banco Santander chiude a -0,53 dopo la notizia del giorno del salvataggio di Banco Popular.

Daniele Chicca 7 Giugno 201718:04

Sul valutario alla chiusura dei mercati europei il cross euro dollaro è stabile a quota $1,125. L’euro recupera dopo aver perso oltre mezzo punto percentuale dopo la diffusione di un’indiscrezione secondo cui la Banca centrale europea, anziché orientarsi verso una politica monetaria più restrittiva al meeting di domani, si starebbe preparando a tagliare le sue stime sull’inflazione.