Mediolanum punta sulle pmi, più servizi wealth e per le aziende

21 Settembre 2017, di Massimiliano Volpe

Banca Mediolanum svolta verso le pmi e punta a diventare la banca di riferimento per gli imprenditori italiani. Questa in sintesi la strategia messa a punto dall’istituto guidato da Massimo Doris per i prossimi mesi e presentata di fronte a oltre 3.500 family banker riuniti al forum di Assago per la convention annuale.

In particolare, secondo quanto dichiarato dal fondatore Ennio Doris, Mediolanum punta a diventare la banca d’affari specializzata sulle piccole e medie imprese.  Entro fine anno Mediolanum deciderà se a questo scopo creare un team di investment banker interno o fare una piccola acquisizione.
Per incontrare gli imprenditori il gruppo di Basilio ha già messo a punto un roadshow che toccherà tutte le provincie italiane. Alla base di questa strategia c’è il forte intessere registrato dai Piani individuali di risparmio (Pir) sia tra i risparmiatori italiani sia tra gli imprenditori che hanno valutato positivamente il forte flusso di risorse finanziarie che sono giunte sui mercati dedicati alla quotazione delle pmi.

Nei piani di Doris anche l’ulteriore sviluppo della struttura di wealth management dedicata ai clienti con grandi patrimoni per la quale è previsto il reclutamento di professionisti con portafogli superiori ai 25 milioni di euro e lo sviluppo di nuovi prodotti di investimento che coniugano rendimento e protezione. Per accedere a questa divisione i banker dovranno avere un portafoglio di almeno 60 milioni di euro.

In merito alle novità che riguardano l’universo dei family banker il capo della rete Stefano Volpato ha tranquillizzato i suoi uomini per quanto riguarda l’imminente entrata a regime della direttiva europea Mifid2 a tutela dei risparmiatori. Secondo Volpato Mediolanum è pronta già dalla sua nascita ai dettami della nuova direttiva che impone una maggiore trasparenza e qualità del servizio di consulenza che viene offerto ai clienti. Sul fronte dei prodotti Massimo Doris ha poi precisato che i migliori strumenti per fare fronte ai possibili conflitti di interesse sono rappresentati dalle gestioni e dai fondi di fondi.

Nel corso della convention è stato annunciato anche l’ingresso nel business della cessione del 5° dello stipendio, servizio che verrà offerto dai family banker ai clienti imprenditori. In questo modo Banca Mediolanum pensa di migliorare il margine di interesse senza correre grossi rischi.