Italia Independent riparte nel 2017 con il nuovo ceo Giovanni Carlino

27 Marzo 2017, di Massimiliano Volpe

Dopo anni di forte crescita – come si legge in una nota – Italia Independent sta affrontando un rallentamento dovuto a diversi fattori tra cui i maggiori costi legati all’internazionalizzazione, i minori ritorni da investimenti in alcune filiali estere, la crescente competitività sul mercato dell’occhialeria e «la forte spinta commerciale negli esercizi precedenti che ha creato un surplus di prodotto sul mercato».

Nei mesi scorsi la società si è rafforzata sul fronte patrimoniale e ha avviato un percorso di riorganizzazione e di rilancio sotto la guida di Giovanni Carlino, manager di grande esperienza che subentra al precedente ceo con l’obiettivo di rilanciare l’azienda e il brand.

«Il 2016 – dice Carlino – è stato un anno molto difficile: abbiamo pagato alcuni errori commessi in passato, a fronte di un mercato che diventa sempre più competitivo. Abbiamo avviato e stiamo portando avanti un importante e sostanziale piano di rilancio che, siamo fiduciosi, darà i suoi frutti e ci permetterà di ritornare a una crescita sana e sostenibile. Crediamo, inoltre, che, in un momento di grandi cambiamenti strategici nell’occhialeria, avere un marchio identificabile e riconoscibile come il nostro rappresenti un importante valore aggiunto per la sfida che stiamo affrontando».

Il presidente Lapo Elkann che, insieme al fratello John, ha rifinanziato la società ha commentato: «Stiamo rilanciando la società con una nuova squadra e con rinnovato impegno, energia e intelligenza. I numeri e i risultati dell’esercizio 2016 non devono fermare l’importante sfida che ci vede tutti impegnati, e che siamo certi di vincere grazie a creatività, innovazione e passione che tutti insieme, ogni giorno, mettiamo nel nostro lavoro. In un settore come l’occhialeria, che cambia molto velocemente, la forza di Italia Independent sarà sempre quella di essere un brand dal carattere unico e distintivo».